Spotorno Car è tappa dei “cinque continenti”


Tappa "cinque Continenti" Toyota da Spotorno Car

Una delegazione ufficiale Toyota composta da oltre trenta persone selezionate tra tutti i migliori dipendenti Europei, Canadesi, Americani, Giapponesi sono arrivati alla Spotorno Car per la prima tappa europea di un lungo e unico viaggio attraverso cinque continenti.

Hanno potuto toccare con mano solidità ed efficienza, sia della struttura, sia degli uomini che la rappresentano, prima di ripartire per un lungo percorso di oltre 19.000 km che si snoderà in tutta Europa.

 delegazione "cinque continenti" da Spotorno Car

SCRIVE GUGLIELMO SPOTORNO
La visita di ieri (7 settembre 2017) di dirigenti e tecnici di ‘5 continenti’ è una grande soddisfazione per me, i figli e tutti i collaboratori. 
Nel ’91, quando ho lasciato la Fiat con una decisione di un’ora, la Toyota era già una ‘potenza’ nel Mondo. In Italia era quasi sconosciuta.

Al Nord la compravano gli uomini ‘tosti’ della Valtellina. Usavano gli indistruttibili Land Cruiser per trainare i tronchi degli alberi per attraversare i torrenti. E’ arrivata la Corolla e qualcuno ha cominciato ad entrare nel nostro salone. Eravamo in pochi con un nome di fantasia High Tech Car e alla fine del primo anno eravamo felici di aver chiuso 104 contratti.

Il massimo della fantasia era dare una rosa alla signora di chi aveva lasciato caparra. Forse facevamo felice solo il fiorista di San Fruttuoso. La svolta c’è stata quando Toyoda ha chiamato i suoi ingegneri e ha detto: “Sono stanco di essere chiamato ‘Corolla man’. Fate auto che siano belle per tutto il mondo”.

Nacquero così il Four runner, la Carina e i piccoli Rav. Chiamati ‘auto di paperino’, incantarono la fantasia degli italiani. Altri modelli con altri nomi raggiunsero i Paesi di tutti i continenti. 
​​Ma Toyoda non si fermò qui e disse: “Voglio una nuova luce estetica e una nuova tecnologia”. E così nel ’97 nacque la Prius, la prima ibrida, un carrettone estetico che ebbe subito successo in California. Non a caso. Dalle due luci, tecnologia ed estetica, nacque la Lexus con il suo ibrido. Infatti il nome non è casuale. La Lexus conquistò subito l’America e tutto il mondo automobilistico. Anche la Ferrari che nel 2013 utilizzò l’ibrido in F1 senza neppure dirlo.

La visita di ieri non è un punto di arrivo. La Spotorno Car con i suoi clienti, con il nostro cognome e Milano, ha questi due obiettivi: da subito confermare il successo e poi guardare in alto per diventare una delle prime cinque concessionarie in Europa.

Firma Guglielmo Spotorno

Richiedi Informazioni

Aggiungi un messaggio